domenica 16 dicembre 2012

I'm a Christmas Tree - Urban Decay

Come avrete avuto modo di notare la fantasia è la componente assolutamente predominante in ogni mio post. Tutte le settimane vi delizio con idee al limite del rivoluzionario, talmente innovative che richiedono anche del tempo per essere ben comprese e assimilate e apprezzate. D'altronde l'arte non è per tutti, eh già.
Ok, spero che abbiate capito che l'intro di questo post era assolutamente sarcastico e autoironico. Questo perché, ebbene si, anche io vi propongo il make up natalizio. Ta da da DAAAA! Sarò sincera, questo specie di scaletta annuale del blog (halloween, natale, capodanno, san valentino, estate, autunno, ecc ecc) che ogni aspirante blogger utilizza mi piace moltissimo. Si lo ammetto, mi diverto come una cretina ogni volta e quindi dopo il trucco natalizio aspettatevi anche quello di fine anno e compagnia bella. E sempre per continuare con la creatività più sfrenata, il mio trucco prende ispirazione ovviamente da un albero di natale. Siamo a Natale no? E allora siate tutte più buone e apprezzate lo sforzo. Che altro dire...ah già dimenticavo la parte più importante, gli auguri.
Farò a voi lo stesso augurio che faccio a me stessa e cioè che a Natale i vostri desideri si avverino...o almeno quelli più belli :) Un bacio a tutte. Con Affetto.
Eleonora
Come sempre partiamo con la base. Ho steso un primer e un fondotinta HD della NYX con la mia spugnetta simil beauty blender sfumando bene.

domenica 9 dicembre 2012

The Vice Palette Urban Decay - Review e Tutorial

Ebbene si. Anche io ho ceduto al fascino della Vice e l'ho acquistata. Un sabato pomeriggio di qualche settimana fà, ho deciso all'improvviso di prenderla. Ho cercato sul sito di Sephora quali negozi ne erano forniti e quando ho scoperto che il Sephora di Milano centrale ce l'aveva, sono partita a spron battuto nel giro di venti minuti, ho preso il treno, sono scesa, ho acquistato e sono ritornata indietro. Operazione eseguita in meno di un paio d'ore. Si, non sono normale. Lo so.
Sarò sincera, a costo di smontare un po' di persone e aspettative.
La palette è assolutamente bellissima, ombretti molto scriventi ma un pochino polverosi, specchio grande, pennello quasi professionale ma...si, c'è un ma...la trovo comunque sempre e troppo simile alle book of shadow presentate in passato da Urban Decay e di cui per inciso ne possiedo già un paio.
I colori dovrebbero essere tutti nuovi ma si tratta di sfumature a volte impercettibili. C'è qualche tonalità in effetti mai proposta prima, come ad esempio il blu elettrico quasi mat, ma per il resto mi sembra una minestra riscaldata. Mi sembra un colpo un po' basso dalla Urban Decay. Capisco accaparrarsi nuove fette di mercato, capisco che probabilmente non tutte le persone sono delle malate di trucco da acquistare la maggior parte delle palette che mettono sul mercato ma a mio avviso potevano sforzarsi un po' di più.
La consiglio a chi ad esempio ha solo la Naked o la Naked 2 ma non possiede book of shadow (una qualsiasi). Questo il mio pensiero. Poi sicuramente la utilizzerò un casino, me la porterò in viaggio proprio per la sua comodità ma da qui a dire che ne sono entusiasta ne passa.
Ok, e ora che ho fatto gridare allo scandalo, passiamo a un paio di comunicazioni di servizio. La palette comprende venti colori, quasi tutti shimmer, molto shimmer o perlati. Le tonalità  totalmente mat sono solamente due, altre che lo sembrano contengono comunque microglitterini. Comprende un pennello doppio con un lato piatto e un lato per sfumare e una minitaglia di primer potion. Io personalmente sono ormai sommersa da primer potion :) ma va bene dato che è quello che utilizzo maggiormente.
Forse con il tempo, utilizzandola, imparerò ad apprezzarla di più. Al momento mi ha lasciato un po' l'amaro in bocca.
Ahhhh i grandi problemi della mia esistenza :) Spero comunque che la review possa esservi utile e che il trucco che ho ricreato vi possa piacere.

domenica 2 dicembre 2012

Sugar Skull - Inspired Make Up

Il make di up che ho realizzato oggi non era previsto ed è stato assolutamente improvvisato ma è uno di quelli che maggiormente mi soddisfano fino ad ora. Era già da un po' di tempo che mi ripromettevo di creare uno Sugar Skull ma era uno dei tanti progetti e pensieri senza una data precisa. Oggi è semplicemente "saltato" fuori. Ho utilizzato tanti prodotti proprio perchè non avevo un'idea precisa in testa, come anche l'utilizzo della parrucca, che originariamente era prevista per un'altro tutorial è stata aggiunta alla fine come prova. Mi piaceva l'effetto e l'ho tenuta. Spero che vi piaccia. Non so perchè non mi è venuto in mente di riprodurlo per Halloween ma tanto per me è Halloween tutto l'anno quindi non ci sono problemi.
Come prima cosa ho idratato abbondantemente la pelle per prepararla alla quantità di colore che avrei applicato successivamente. Ho poi spruzzato su tutto il viso un po' di Nebbia Fissante per aumentare la tenuta del fondo.

domenica 25 novembre 2012

The Return Of Sexy Too Faced - Review e Tutorial

Review, review come se non ci fosse un domani. Oggi vi parlo della bellissima palette della Too Faced, The Return Of Sexy. Il web pullula di recensioni, specialmente video e oggi mi ci metto pure io.  Inizio delirante a parte cominciamo subito. Innanzitutto vi dico molto semplicemente che è la palette per eccellenza delle amanti del shimmer, ogni singolo colore tra i quindici proposti è shimmer o perlato o glitter. Io amo tutto ciò che luccica e amo gli smokey eyes e questa palette è assolutamente perfetta per questo tipo di risultato. E' composta appunto da quindici ombretti, a loro volte suddivisi in numero tre palettine da cinque colori ognuna. Le palettine mi ricordano come impostazione quelle di Dior appunto da cinque colori e comprendono un ombretto per illuminare o comunque chiaro, uno molto scuro da utilizzare o come eyeliner ad esempio o anche per delineare e tre colori modulabili dal più chiaro al più scuro, dal più intenso al meno intenso su tre gamme, oro/bronzo, viola/rosa, grigio/nero. Ogni palette ha un nome diverso: quella sui toni dell'oro è The Ingénue, viola: The Icon e grigio: The Bombshell
La trovo una palette estremamente versatile. I colori funzionano molto bene abbinati tra loro, anche tra una palette e l'altra come ho fatto io, e si prestano ad un'infinità di scelte. A differenza ad esempio della Smoked e a parità più o meno di prezzo, tutti i colori sono molto scriventi. Forse solamente uno si vede poco ma mi riservo di provarlo meglio. La confezione è molto carina anche da vedere e contiene al suo interno una matita nera waterproof, anche questa ottima, una mini taglia di shadow insurance e tre schedine con proposte trucco per ogni combinazione di colore.
Onestamente queste schede non le considero quasi mai ma trovo comunque possano dare uno spunto. Concludendo, mi piace, mi piace, mi piace. Mi sento di consigliarla assolutamente. Credo diventerà una mia fidata alleata del trucco quotidiano e credo anche mi seguirà spesso e volentieri in qualche mio viaggetto. Vi mostro come l'ho utilizzata e vi bombardo con un po' di foto. Spero, come al solito, vi piaccia.

Come potete notare è assolutamente shimmer shimmer e ancora shimmer. Nessun colore opaco o mat per mia gioia.

domenica 18 novembre 2012

French Royalty Neve Make Up - Review e Tutorial

Solitamente non ho mai seguito particolarmente l'andamento delle nuove collezioni di make up. E' capitato spesso e volentieri di "innamorarmi" di un particolare ombretto o collezione anche mesi dopo la sua uscita, ma quest'anno le cose si sono decisamente ribaltate. Innanzitutto avendo aperto da circa un annetto il mio blog e conseguentemente leggendo i vostri, vengo a conoscenza in tempo reale di tutte le novità, anteprime e scopro magari prodotti dei quali ignoravo l'esistenza e che catturano la mia attenzione. Secondariamente, quest'autunno/inverno 2012 sta veramente sfornando collezioni di trucco una più bella dell'altra e le mie finanze sono costantemente messe a dura prova anche perchè, la sottoscritta quando si tratta di trucco, perde il lume della ragione. Posso discretamente resistere a borse e scarpe ma a un ombretto nuovo o a una palette, no. Non è possibile. Non nel mio mondo.
Il trucco rimane sempre il mio "accessorio" preferito. Ok, e dopo questa filippica vediamo di stringere.
French Royalty, Neve Make Up. Devo dire altro? Si diciamo anche altro. Un'ennesima garanzia. Amo la Neve Make Up e non mi delude proprio mai (almeno fino ad ora), amo la loro politica, le loro idee ed ispirazioni e il modo in cui le realizzano. Con originalità e professionalità. Non ho mai e dico mai trovato un servizio clienti più efficiente e spedizioni più veloci. Tutto questo unito alla qualità innegabile dei prodotti. Ho provato altre linee minerali ma per me non c'è confronto. Parlando degli ombretti minerali li trovo praticamente simili a pigmenti in quanto a scrivenza.
La loro ultima collezione, appunto la French Royalty, che trae ispirazione dalla Francia di Maria Antonietta, mi piace moltissimo e incarna alla perfezione la moda di quel periodo, la sontuosità unità all'eccesso e alla ricercatezza. Un mix tra lo stile neoclassico e il gusto attuale. La adoro.  La collezione comprende quattro ombretti, due pastelli e due blush. Vi mostro cosa ho acquistato io e come l'ho utilizzata. Spero vi piaccia.
Ho cominciato come sempre con la realizzazione della base. Un primer HD su tutto il viso applicato con una beauty blender, fondotinta sempre HD applicato con la stessa "spugnetta", correttore ad alta coprenza su imperfezioni, occhiaie e rossori e cipria applicata con un pennello per fissare.

domenica 11 novembre 2012

Essence, The Twilight Saga, Breaking Dawn parte 2 - Review e Tutorial

Oggi vi parlerò della collezione che Essence ha dedicato alla seconda e ultima (fortunatamente) parte del film Breaking Dawn... ops l'ho detto a voce alta?  a sua volta ultimo capitolo della saga di Twilight. Nonostante abbia letto tutti i libri e visto anche tutti i film non mi addentrerò nel discorso Twilight perchè rischio di diventare impopolare, dirò solamente che io amo i vampiri "vecchia scuola", il buon vecchio Bram dove lo mettiamo? Romanzi come Carmilla, Varney il vampiro ecc,ecc? Dei vampiri "moderni" apprezzo molto di più la saga di Sookie Stackhouse da cui hanno tratto il telefilm True Blood, li trovo decisamente più vicini alla figura originaria del vampiro e anche molto più divertenti e ironici...Comunque ho apprezzato moltissimo l'idea della Essence di creare una collezione make up ispirandosi al film. Amo molto queste contaminazioni con il cinema a 360 gradi.
Non ho acquistato tutti i pezzi della collezione ma buona parte. Più che altro la sezione degli smalti l'ho considerata poco, prendendone solamente uno.
Vi mostro subito come l'ho utilizzata e poi nelle foto vi descrivo meglio i prodotti e la mia impressione. Come al solito spero vi piaccia.

Ho applicato un primer bianco NYX su tutto il viso ad eccezzione degli occhi, subito dopo ho applicato il fondotinta sempre NYX della linea HD (sono i prodotti per il viso che stò utilizzando in questo periodo quotidianamente), ho corretto occhiaie, discromie e imperfezioni con un correttore ad alta coprenza della Kiko sfumato con le dita. Ho fissato tutto con una cipria Essence in polvere applicata con un pennello.

sabato 10 novembre 2012

Acquisti di Settembre, Ottobre - Pupa, Urban Decay, Estée Lauder, Benefit

Con immenso e imperdonabile ritardo eccomi con il famigerato, famigerato? (ma chi te se inc..) post sugli acquisti del mese. Questa volta addirittura due mesi insieme, doppio giro, doppio regalo. Partiamo subito e non perdiamoci in chiacchere che già l'attenzione sta scemando. Ovviamente per non smentirmi potevo io conservare qualche scontrino? Certo che no.
Uno dei primi acquisti non appena finita l'estate è stata la palette Estée Lauder Violet Underground 01. Mi è piaciuta da subito perchè trovo questa marca veramente di classe, una classe a mio avviso inalterata nel tempo. Amo marche come Dior e Chanel ma trovo che Estée Lauder rimanga sempre fedele alla sua immagine di trucco di lusso anche a scapito di rimanere un po' indietro con le tendenze della moda, ma forse è anche per questo che la apprezzo sempre. Questa palettina nello specifico ha delle ottime polveri sfumabili benissimo e con una consistenza a metà tra la polvere e la crema.  

I colori funzionano benissimo sia da soli che combinati insieme e devo dire che mi piacciono proprio tutti. Molto versatile. Il costo mi sembra intorno ai 46 euro è decisamente alto ma comunque in linea con le marche di un determinato standard alto.
Non avevo mai provato nulla della Sleek e queste due palette i- Divine Ultra Mattes Brights e Darks sono le prime e anche ultime cose che ho acquistato e che acquisterò. Non mi piacciono nella maniera più totale e non trovo il modo di apprezzarle. So che a molte di voi la Sleek piace molto ma a me personalmente non hanno convinto per nulla. Ho  torovato i colori polverosi, o troppo carichi o assolutamente non scriventi e anche se il prezzo è basso non valgono assolutamente i dieci euro che costano. Ovviamente questo è il mio pensiero e come tale deve essere preso, se voi vi trovate bene tanto di guadagnato e ne sono veramente felice. 
Sulla Smoked Urban Decay ho da poco fatto una review moderatamente dettagliata con swatches e tutorial quindi vi rimando al link qui
Della NYC avevo acquistato in passato un'altra palettina mini e mi ero trovata molto bene, ho perciò deciso di provare anche questa, ancora più piccola, e devo dire che sono soddisfatta. Nonostante il prezzo assolutamente basso gli ombretti non sono veramente male, specialmente il bianco, il viola scuro e il viola/blu elettrico. E' uno di quei prodottini secondo me ideale da portare in viaggio per avere una sorta di trucco completo sugli occhi. Sorvoliamo sul fatto che comunque io ho sempre un beauty case che esplode anche se devo star via una notte ma pazienza...
Fornisce anche qualche informazione su come utilizzarli, piega, palepebra mobile ecc,ecc. Può comunque essere uno spunto. E' la numero 796B Queens Boulevard.

Un paio di ombrettini Kiko ci stanno sempre, peccatissimo che il bronzo numero 04 ce l'avevo già...ehm...e non me ne ricordavo neanche... cooooomunque molto carini entrambi. Ho avuto un paio di giorni fissata con il mélange e quindi tutto quello che trovavo con inclusioni dorate doveva essere mio.
Oh e qui veramente mi si illuminano gli occhi come il momento in cui l'ho acquistata. Anche in questo caso avevo dedicato un post con review e tutorial quindi non mi dilungo troppo e ve lo segnalo qui. In ogni caso voglio aggiungere che questa collezione Pupa, la China Doll è al momento la mia preferita di tutto il 2012. Sono totalmente innamorata di tutti i prodotti che ho acquistato: i quattro ombretti, il blush, l'illuminante, due rossetti, due matite e due smalti. La stò usando praticamente quasi tutti i giorni e più la uso e più mi piace totalmente. Dite quello che volete, che la Pupa è cara, che collezioni così si sono già viste ma per me rimane il top. Mi piace a tal punto che quando la vedo nei negozi riacquisterei qualche pezzo solo per tenermelo di scorta.
Puntavo i blush Benefit già da qualche mese ed ero indecisa tra questo, Hervana e Coralista. Alla fine ho optato per Hervana perchè lo trovo più adatto per tutti i giorni e per i miei colori. Mi piace molto questo mix di polveri diverse che si fondono alla perfezione sul viso. Anche l'applicatore è niente male, morbido e con bella forma per scolpire gli zigomi.
La confezione è molto curata anche se un po' ingombrante. 
La Catrice, altra marca scoperta da qualche mese a questa parte continua a stupirmi in positivo. Ho preso questo blush più che altro per la confezione piatta (io ragiono spesso in temini di praticità soprattutto quando non conosco il prodotto) e l'ho trovato ottimo, molto scrivente, ne basta pochissimo ma ben sfumabile. Fa parte della limited edition Hollywood's Fabulous 40ties ed era l'ultimo rimasto. Mio. Prezzo bassissimo ma non ricordo quanto. Meno di 5 euro comunque.
Come Kiko anche Essence rientra sempre negli acquisti. Ultimamente stò andando in fissa con le sopracciglia. Non riesco a trovare pace perché non mi piacciono le mie, ho paura a farmele toccare dall'estetista e quindi cerco di rimediare da sola, ho acquistato questo kit con due polveri, mini pennellino e stencil. Gli stencil nel mio caso non sono serviti a molto ma le polveri mi piacciono abbastanza, le utilizzo dopo aver comunque ridisegnato e riempito la forma con la matita. Più che altro per coprire gli spazi vuoti. 
Altri acquisti Kiko sono stati il correttore Full Coverage Concealer numero 01, il gel per fissare le sopracciglia (vedi sopra), una matita sempre per sopracciglia Precision Eyebrown Pencil 03 e un pennello a penna il numero 207. Sono molto molto soddisfatta di tutti e quattro. In sintesi, il correttore è veramente coprente ma senza depositarsi nelle pieghette o nelle rughette e non secca la pelle (problema che ho riscontrato in minima parte ad esempio nel correttore sempre ad alta coprenza Boiing della Benefit), il gel per le sopracciglia non è che ci sia molto da dire...fissa e stop, la matita sopracciglia mi piace molto, è morbida ma non si scioglie e tiene bene tutto il giorno. Il pennello a penna è abbastanza morbido e mi ci trovo bene, lo consiglio.
Rimanendo in tema di correttori, quando ho acquistato la Smoked ho preso anche questo correttore 24/7 Concealer Pencil tonalità FBI sempre Urban Decay. Devo dire che anche questo mi piace, è molto cremoso e coprente ma si sfuma bene. L'unico problema è la durata, credo lo esaurirò in tempi brevi. L'ho utilizzato indistintamente sia sulle occhiaie che rossori che imperfezioni.
Gli ultimi due prodotti sono nuovamente della Pupa. La Base Ultra Levigante e il Fissatore Brillante Smalto. Io ho la ricostruzione in gel ma ho voluto farla trasparente per poter indossare lo smalto e questi due prodotti mi hanno aiutata moltissimo, la base mi è piaciuta un casino, si asciuga in 30 secondi.



 E con questo è tutto...questo post mi strema ogni volta e già temo quando dovrò scrivere quello di novembre perchè nonostante il mese sia appena cominciato ho già dato fuoco alle polveri. :) 














domenica 4 novembre 2012

Smoked Urban Decay - Review e Tutorial

(Avvertenza, mi sono dilungata, chiudere il post se non si ha voglia di leggere)
Un paio di settimane fa, di ritorno da un mini viaggio, mi sono ritrovata alla stazione di Milano centrale con un'oretta di attesa per il successivo treno, e dato che proprio sui binari c'è un Sephora perchè non fare acquisti? Ovviamente questo inizio è tutto una farsa...mi spiego meglio... il mio mini viaggio ha sempre la stessa destinazione, i treni che prendo sono sempre i soliti e l'oretta di "stallo" a Milano c'è sempre, e secondo voi io posso essere capitata così da Sephora per sbaglio? Muahahah, ovviamente no.
Comunque, stringendo, ero entrata per acquistare la Vice della Urban Decay ma ovviamente non l'ho trovata e quindi non potevo uscire a mani vuote...sarebbe stato un delitto, un affronto, una violenza autoinflitta e dato che la vita è già così difficile almeno lasciate che mi compri qualche (qualche?) palette nuova no?
Comunque questa palette mi ha entusiasmata per alcuni motivi e al tempo stesso profondamente delusa.
Passiamo ad "analizzarla. La confezione mi piace tantissimo, è compatta, occupa poco spazio e con l'apertura a cerniera preserva bene il contenuto.
Contiene una mini taglia di primer potion (che torna sempre utile, specialmente quando si viaggia), un libricino con diversi tipi di smokey eyes da realizzare (in inglese) e una matita, la Perversion 24/7 che è qualcosa di assolutamente stupendo. Una scrivenza pazzesca, nero molto molto intenso, morbida, ben sfumabile e al tempo stesso si fissa sull'occhio neanche fosse un'eyeliner. Dura tranquillamente 24 ore come riportato. Perchè lo so?...Lo ammetto, una sera sono tornata tardi e sono andata a letto così com'ero...lo so, lo so non si fa, la pelle non respira, non è igienico,  ci si sveglia come un panda, tutte cose giuste ma io avevo troppo troppo sonno.
Comunque la mattina dopo la matita era ancora li, intatta in tutta la sua nerezza.
Altro punto a favore di questa palette sono gli ombretti shimmer (sei in tutto), anche loro molto scriventi e molto molto belli, specialmente il blu è qualcosa di magnifico. Anche loro ben sfumabili e con un'ottima durata.
E ora passiamo alle note dolenti...note che a tratti mi hanno quasi fatto pensare che forse potevo non acquistarla. Stò parlando dei restanti ombretti, i quattro mat. Non ci siamo assolutamente. Innanzitutto i colori nude, che dovrebbero servire per bilanciare gli scuri, non scrivono...non scrivono proprio. Applicati  sempre con sotto il primer non si vedono e quando dico che non si vedono non stò esagerando ma è veramente così. Polverosi all'ennesima potenza, totalmente inutilizzabili da parte mia.  Per quello che mi riguarda in uno smokey eyes, la parte diciamo più chiara, che può essere a piacimento l'arcata sopraccigliare o l'angolo interno dell'occhio o entrambi come faccio io, è importante tanto quanto la parte scura, la parte smokey, e con questi ombretti chiari e inesistenti non ci si combina proprio nulla.
Se voi non avete riscontrato questo problema e volete smentirmi fornendomi la vostra esperienza anche nell'applicazione ve ne sarò molto molto grata perchè questa palettina (non fosse stato per questo inconveniente) sarebbe stata veramente molto valida e completa. Io mi rapporto sempre anche alla praticità nel portarsela dietro, non solo ed esclusivamente per un viaggio, ma anche in borsetta tutti i giorni.
Riassumendo, il costo circa 43 euro mi sembra, è un po' alto. Io amo la Urban Decay ma questa volta non mi hanno soddisfatta totalmente. Conto di rifarmi con la Vice. Ah e quindi ti compri anche la Vice? Non hai già abbastanza prodotti? Ti serve veramente?
(mi facevo un po' di paternale ma tanto non serve) Spero che vi piaccia come io l'ho utilizzata e alla prossima.

Il marrone e il nero mat una volta applicati sono praticamente identici.
Partendo da sinistra, Kinky, Freestyle, Mushroom, Backdoor, Blackout
Sempre da sinistra, Barlust, Rockstar, Evidence, Loaded, Asphalt
Ho realizzato la mia solita base con fondotinta, successivamente ho applicato un correttore sempre Urban Decay fatto a matitone che mi piace particolarmente e di cui vi parlerò meglio in futuro. H fissato tutto con la cipria e ho applicato il primer su tutta la palpebra fin sotto le sopracciglia e anche nella rima esterna inferiore.
Nell'angolo interno dell'occhio e sotto le sopracciglia ho applicato il colore più chiaro Kinky ma essendo totalmente invisibile ho applicato sopra un ombretto mono sempre della Urban Decay, bianco con dei mini glitterini al suo interno. Subito dopo il bianco ho steso un po' del bellissimo colore blu Evidence e nella parte centrale ho applicato il bronzo Barlust sfumandoli insieme. Nella parte finale dell'occhio e nella piega ho sfumato il viola Rockstar. Ho tracciato poi una linea con la matita nera sopra la rima superiore. 
Nella rima esterna inferiore ho applicato ancora il blu. Ho poi applicato delle ciglia finte NYX e il mascara sia sulle ciglia superiori che inferiori. Ho riempito le mie sopracciglia e le ho fissate con un gel della Kiko.
Ho applicato un blush rosa carico della Catrice, molto carino.
Ho applicato un illuminante Collistar sugli zigomi alti, dorso del naso e arco di cupido.
Ho lasciato le labbra solo con un po' di burro di cacao della Labello con un leggero sottotono rosso.




Primer Viso: NYX - HD Studio Photogenic Primer - 01
Base: NYX - HD Studio Photogenic Foundation - 01 - Nude
Correttore: Urban Decay - 24/7 Concealer Pencil - FBI
Primer: Urban Decay - Primer Potion
Cipria: NYX - The Twin Cake - 01 - Pale
Ombretti: Urban Decay - Smoked - Kinky (bianco), Evidence (blu), Barlust (bronzo), Rockstar (viola); Stardust - Bobby Dazzle (bianco glitter)
Mascara: Deborah - Definitive Volume 
Ciglia Finte: NYX - EL118
Sopracciglia: Kiko - Precision Eyebrow Pencil - 03; Eyebrown Designer Gel Mascara
Labbra: Labello - Fruity Shine - Strawberry 
Illuminante: Collistar - All Over Illuminante - Perla Bianca - 3


















martedì 23 ottobre 2012

Halloween Series - Classic Vampire

Come secondo trucco per Halloween, ho pensato a qualcosa di estremamente semplice e che chiunque può riprodurre con ottimi risultati e poca spesa: la classica vampira. A dire il vero avevo già fatto un trucco simile ma leggermente più improntato alla vampira fashion, oggi invece andiamo più dal lato trash quindi sangue a fiotti, occhiaie e schifezze varie.  Mi scuso enormemente per la pessima qualità delle foto ma questa settimana ho ben pensato di realizzare il mio trucco di sera, e quindi le foto con flash e luci artificiali sono venute una schifezza. Vi dico la verità, ero indecisa, proprio per questo motivo, se pubblicarle o meno, ma la mia pigrizia, unita alla mancanza di tempo hanno avuto il sopravvento. Spero che chiuderete un occhio e che comunque vi possa piacere o perlomeno dare uno spunto per Halloween.

Come primo passaggio ho applicato le lenti a contatto. Queste sono delle circle lenses della PinkyParadise.  

domenica 14 ottobre 2012

Hunger Games - Katniss Everdeen, The Girl On Fire.

Il make di oggi prende spunto dalla trilogia di Hunger Games e più precisamente dalla protagonista Katniss Everdeen. Per chi non avesse letto questi libri non voglio rivelare troppo ma vi consiglio assolutamente di prenderli. A me personalmente, anche se si tratta di libri dal taglio adolescenziale, hanno conquistata totalmente e li ho letti tutti e tre in circa dieci giorni. La protagonista Katniss viene soprannominata "la ragazza di fuoco" quando viene presentata al pubblico di Capitol City con un vestito avvolto dalle fiamme e successivamente quando, intervistata da Cesar, si presenta con un abito e qui cito ...
"...La creatura che che mi stà di fronte allo specchio a figura intera è arrivata da un altro mondo. Un mondo in cui la pelle splende e gli occhi lampeggiano e, a quanto pare i vestiti sono fatti di pietre preziose. Perchè il mio abito, oh, il mio abito è coperto da cima a fondo di gemme che riflettono la luce, rosse e gialle e bianche, con qualche tocco di azzurro che accentua le punte delle fiamme. Il minimo movimento dà la sensazione che io sia avvolta da lingue di fuoco..."
Dunque, io non avevo ovviamente un vestito così ma volevo dare la mia interpretazione con un make up che ricordasse il fuoco e  le fiamme. Sono molto soddisfatta del risultato e spero che vi piaccia.

La ragazza di fuoco è a dire il vero il secondo libro ma è nel primo libro che si guadagna questo appellativo.

domenica 7 ottobre 2012

Halloween Series- Monster High, Operetta

Ed eccoci finalmente al primo make up che ho pensato per Halloween. Come prevedevo mi sono divertita un casino a realizzarlo e non lo trovo assolutamente eccessivo. L'idea è nata ovviamente da questa serie di bambole Mattel horror fashion direi, un po' meno di facili costumi come le Bratz, ovviamente il termine che volevo usare è un'altro ma dato che siamo in un blog pubblico conteniamoci, e un pochino più aggiornate delle Barbie. Dato che io sono una "bambina" ho deciso di farmi un auto regalo per Halloween (perchè ad Halloween ci si fà anche i regali O_o ?) e mi sono presa lei...Operetta...figlia del fantasma dell'opera, anima ribelle e rockabilly e soprattutto...dettaglio fondamentale...capelli rossi!!! Come se non bastasse l'avere buoni gusti musicali e un aspetto vintage pin up rock'n roll, indossa uno splendido trucco, quindi non poteva che essere lei la mia prima "proposta" per Halloween. Spero tanto vi piaccia.
Eccomi in versione bambola con sguardo fisso

domenica 30 settembre 2012

Certe idee si presentano come sogni

Vi capita di sognare? O meglio vi capita di ricordare i vostri sogni? A me sempre, da sempre. 
Ricordo i sogni appena addormentata, quelli del sonno più profondo...persino se faccio un pisolino nel pomeriggio (come oggi) sogno e ricordo tutto. Come diceva Dale Cooper in Twin Peaks " Lo sapete voi da dove provengono i sogni? I neuroni producono acelticolina mediante la quale inviano impulsi al proencefalo. Questi impulsi diventano immagini e le immagini diventano sogni, ma nessuno sa perché scegliamo queste particolari immagini." Purtroppo i miei sogni molto raramente sono belli ma questo è un altro discorso. Il sogno di questa notte è stato quello che vi ripropongo nel make up di oggi. Io che mi osservo dormire, al di fuori di me stessa, ho la pelle molto molto bianca, palpebre e labbra rosse...mi osservo e mi chiedo cosa sto sognando in quel momento.  Cosa vuol dire? E chi può dirlo? Oggi non sono particolarmente allegra e si vede ma da domani cambia tutto...domani è ottobre e questo cosa significa? Trucchi per Halloween, vampiri, zombie, fate, streghe, mostriciattoli e compagnia bella. Stai tuned!  Spero comunque vi piaccia.
Come prima cosa ho realizzato la base applicando il correttore sulle occhiaie, ai lati del naso e dove avevo qualche rossore. Ho sfumato con le dita.
Successivamente ho utilizzato un cerone teatrale della Kryolan, totalmente bianco e cremoso e l'ho applicato su tutto il viso, il collo, parte del busto, spalle e braccia. Ho fissato con una cipria trasparente applicata con un pennello.
Ho riempito le sopracciglia con il mio solito duo della Benefit che comprende crema per fissarle e polvere per colorarle. 
Per creare l'effetto palpebre rosse non ho utilizzato ombretti ma due blush della NYX, uno arancione e l'altro rosso. Entrambi mat. Li ho applicati con un pennello da sfumatura senza primer ne base di alcun tipo e sfumati a lungo per lasciare solo un alone di colore.  Prima ho applicato quello arancione e poi sopra quello rosso.  Sotto l'arcata sopracciliare ho applicato pochissimo ombretto bianco della Kiko solo per schiarire ulteriormente.
Lo stesso blush arancione l'ho usato sulle guance. Anche in questo caso cercando di stare il più leggera possibile.
Lo stesso procedimento della palpebra superiore l'ho effettuato anche in quella inferiore. Ho poi tracciato con una matita una linea nera anch'essa sfumata, applicato ciglia finte e poco mascara sia sopra che sotto.
Le labbra sono state interamente colorate con una matita aracione di Dior.
Non so se dalle foto si percepisce realmente quanto è bianco e coprente questo cerone,  vi assicuro che va ad annullare ogni tipo di colore anche se trovo che funzioni meglio sul corpo che non sul viso.
E dopo le contorsioni da circense cinese  per realizzare questa "foto",  deduco che mi serve assolutamente un cavalletto...



Base: Kryolan - Supra Color - 070
Correttore: Pupa - Luminys Touch - 01
Cipria: Essence - Fix & Matte!
Blush: NYX - PB08 - Cinnamon
Blush (utilizzati come ombretti): NYX - PB08 Cinnamon (arancione mat) - PB24 Red (rosso mat); Kiko - Ombretto ad alta pigmentazione - 169 (bianco)
Matita Occhi: Maybelline - Expert Eyes - Soft Khol Eye Pencil Black
Mascara: Essence - Get Big Lashes 
Ciglia Finte: Eylure - Superfull - 080
Sopracciglia: Benefit - Brow Zings - Light
Labbra: Dior - Lipliner Pencil - 533 - Tomette