mercoledì 7 marzo 2018

Hair Story - La Mia Esperienza con l' Hennè (Lawsonia Inermis)

La mia storia con l'hennè, inizia la bellezza di quindici anni fà.
Ai tempi, passavo allegramente da una tinta all'altra e avevo sperimentato ogni tonalità di rosso presente sul mercato. Tra gli shampoo colorati, le colorazioni fatte in case, quelle in salone, quelle aggressive e quelle più delicate, i miei capelli avevano veramente subito di tutto. Un giorno dopo l'ennesima "sessione" dal parrucchiere guardandomi allo specchio, noto che i miei capelli erano diventati sottilissimi,  in alcuni punti si vedeva la cute in maniera molto evidente.
E' stato in quel momento che ho capito che non potevo continuare così e che dovevo far qualcosa per rimediare alla situazione.  Il primo passo è stato quello di bandire ogni tipo di colorazione chimica dai miei capelli. E' così che ho cominciato ad utilizzare questa fantastica erbetta.

Prima di passare al post, mi scuso da subito per le foto alquanto infelici ma non avevo nessuno che mi poteva aiutare e non è proprio semplice fotografarsi da dietro senza vedere. Oltre a questo ero anche di fretta. (e non potevi farle quando avevi tempo??? No, non potevo. Il tempo è crudele, sappiatelo)
Una cosa buona peró c'è. Il colore che vedete è quello reale, nessun filtro, nessuna modifica di temperatura, luci o contrasto.


Oggi, pertanto, vi parlo di come io preparo l'hennè, come lo utilizzo, ogni quanto lo faccio e i risultati che ne ottengo.

Partiamo dalla base. Il mio colore naturale di capelli non è molto differente da quello che ottengo con l'hennè, infatti la mia tonalità è un castano medio chiaro con riflessi ramati.

(allego foto esplicativa di baby Eleonora)

 Quello che ho sempre voluto era esaltare al massimo il riflesso ramato e renderlo più vivido. Nella mia fissazione per le tinture, non mi ero mai fermata a pensare a quanto in realtà fossi vicina al colore dei miei sogni.

Quando ho cominciato a utilizzare l'hennè, non circolavano tante informazioni come ora e le mie fonti erano più che altro forum stranieri. Reperire un hennè che fosse puro, vale a dire costituito unicamente da Lawsonia Inermis era quasi un'impresa e ed era anche  difficile trovare prodotti validi.
Mi affidavo a prodotti di erboristeria preconfezionati (per potermi accertare del contenuto) oppure lo ordinavo da siti inglesi.


Al momento invece, L'hennè che utilizzo principalmente è quello delle Erbe di Janas a base calda; ho utilizzato anche il Tazarine (che trovo fenomenale ma che purtroppo è di difficile reperibilità dalle mie parti), e recentemente ho provato anche quello di Khadi.

Hennè che mi sento di sconsigliarvi sono quelli che si trovano al supermercato e, per mia personale esperienza, quelli di Lush. Li ho trovati estremamente sabbiosi e difficili da utilizzare per la loro presentazione in panetto.

Mi piace mischiare l'hennè anche ad altre erbette, quindi unisco anche la Cassia e solitamente la Curcuma.  La Cassia che è fantastica per irrobustire i capelli, lucidarli e ristrutturali e la Curcuma per esaltare il riflesso rame.
Purtroppo l'effetto della Curcuma è temporaneo e resiste giusto qualche lavaggio.


Non ho proporzioni precise ma mi regolo ad occhio. Questa volta, ad esempio, ho utilizzato un quarto di Hennè Caldo delle Erbe di Janas, una quarto di Hennè Ayurvedico sempre di Janas (che dovevo finire), un quarto dell'henné di Khadi, un quarto di Cassia e un cucchiaio di Curcuma, entrambi ancora delle Erbe di Janas.

Per miscelare l'hennè, utilizzo solo acqua calda oppure the verde. Questo  sempre per esaltare il riflesso ramato. Nella preparazione dell'henné è uso comune non utilizzare contenitori o attrezzi metallici per miscelarlo, in quanto potrebbe far reazione. In realtà si tratta forse di una leggenda metropolitana, ma io nel dubbio, ho sempre usato solo contenitori di plastica. Per quello che concerne altri ingredienti che si possono unire all'henné, la scelta è molto ampia. Si può mischiare ad altre erbette come faccio io, utilizzare infusi anziché acqua calda, alcune aggiungono anche miele e olio per rendere il composto più fluido. Per quello che mi riguarda, sconsiglio l'olio perchè potrebbe impedire al colore di attecchire bene al capello.

Non aggiungo nessun componente acido (vedi limone o yogurt) perchè andrebbe a rendere il mio colore più castano,  mischio tutto fino a che ottengo la consistenza di uno yogurt e applico. Ho provato in passato anche a far ossidare la miscela per un'ora o più ma non ho notato grandi differenze di colore. Cercate di eliminare tutti i grumi (a volte non semplice), altrimenti in fase di lavaggio tirerete giù tutti santi.

Sull'applicazione dell'hennè ci sono diverse scuole di pensiero. Chi lo applica su capelli bagnati, chi asciutti. Chi puliti, chi sporchi.
Io lo applico sempre a capelli asciutti, non sporchi ma nemmeno appena lavati. Diciamo il giorno dopo il lavaggio. Nel caso voi abbiate applicato schiume, gel, lacche o altri prodotti per lo styling corposi, allora è necessario lavare prima i capelli per non inficiare la presa del colore.


Dopo aver applicato l'hennè su tutti i capelli, copro con la pellicola e con un asciugamano e lascio in posa almeno un'ora, al massimo due. Per l'applicazione uso un pennello da tintura e procedo a sezioni. In ultimo, prelevo con le mani quello che rimane e lo applico sui capelli come se fosse una maschera. Non lesinate sulle dosi.

Fondamentale coprire TUTTO, prima di applicare il prodotto. Indossate abiti di scarto, coprite il pavimento con giornali, proteggete il piano di lavoro e indossate i guanti in lattice. L'hennè tinge tantissimo e velocemente pertanto anche macchie sulla pelle devono essere lavate subito, altrimenti vi rimarrà l'alone arancione per qualche giorno.
Adibite dei vecchi asciugami a questo scopo.

Trascorso il periodo di posa, sciacquo fino a che l'acqua non è limpida e faccio un leggero shampoo per evitare di lasciare  la polvere di l'hennè a contatto con la cute per troppi giorni. In realtà l'hennè è già di per se un'erbetta lavante e in molte sconsigliano di lavare i capelli dopo l'applicazione in quanto farebbe scaricare il colore.
Per quello che mi riguarda, non ho riscontrato alcuna "perdita" di colore e, ribadisco, ci tengo a lavare bene via tutta la polvere. Nei giorni successivi cerco invece di non lavare i capelli (diciamo almeno per 3 giorni), per permettere al colore di fissarsi.

l'Hennè ha un odore erbaceo piuttosto forte e lo sentirete per diversi lavaggi. A me personalmente non da alcun fastidio e mi ricorda un po' la liquirizia. E' anche vero, che le altre persone difficilmente lo sentiranno. O per lo meno a me non è capitato, pur avendo chiesto espressamente.

(luce naturale a finestra chiusa) 
(luce naturale diretta, niente sole) 

Questo è il risultato che ottengo subito dopo l'applicazione. Nei giorni successivi il colore si scurisce leggermente.

Da quando faccio l'hennè ho praticamente risolto l'80% dei problemi che avevano i miei capelli. Innanzitutto è una manna dal cielo per chi li ha sottili, in quanto rivestendo il fusto con una specie di guaina, i capelli sono più spessi,  lucidissimi, molto più forti e hanno dei riflessi al sole che sono pazzeschi.
Nessuna tintura chimica può eguagliare la particolarità dei riflessi dell'henné. Per quello che mi riguarda, continuerò fino alla fine dei miei giorni ad applicarla. Ogni volta che sono "in crisi" con i miei capelli, faccio l'impacco e mi passano tutte le paure.

Rifaccio il trattamento una volta ogni mese e mezzo. Con il tempo, essendo un colore che si stratifica, la tonalità si scurirà e diventerà più accesa. E' possibile far scaricare un po' il colore facendo degli impacchi di olio oppure applicando burro di karitè mischiato a birra ma, in ogni caso, il riflesso rosso non se ne andrà mai via del tutto.

L'hennè è una quasi una scelta di vita, in quanto, una volta fatta non si può tornare indietro, a meno che i capelli non vengano tagliati. E' opinione comune sconsigliare l'hennè dopo un trattamento chimico o una tintura, questo perchè potrebbe non attecchire il colore, oppure potrebbe rovinare i capelli. In realtà, io ho cominciato a farla proprio dopo una tintura e non avuto problemi. Mi sono però premurata di fare un test preliminare su una ciocca nascosta.

Altro passaggio da fare prima di applicare l'hennè è fare un test preliminare sulla pelle, proprio come si fa con le tinture chimiche. Naturale non vuol dire non reattivo e in alcuni soggetti, potrebbe causare allergia.

Tenere sempre presente che l'hennè non potrà mai schiarire i vostri capelli ma al massimo scurirli. Il colore è molto personale e cambierà da persona a persona a seconda della base. Ovvio che su capelli molto scuri, il riflesso sarà solo accennato, su capelli molto chiari, il rosso sarà vividissimo.

L'hennè puro, è solo è unicamente Lawsonia Inermis ed è rosso. Non esiste un hennè biondo o castano o nero. Quelle sono miscele di più erbette.

E questo è quanto. L'argomento è molto ampio, pertanto se avete domande, dubbi, curiosità o se ci tenete a sottolineare punti che io non ho trattato (so che in molte di voi usano l'hennè), fatemi un fischio.

Per chi lo utilizza, quali sono i vostri hennè preferiti? Come lo miscelate?
Per chi non lo utilizza, vi ho incuriosito almeno un po'?








23 commenti:

  1. Ciao Eleonora. Ho fatto l'henne' per anni ed anni. I miei capelli erano bellissimi, forti e sani. Purtroppo quando i capelli bianchi diventano molti, é troppo difficile coprirli con solo henne'. Quindi ho ripiegato sulle tinture chimiche. Ma tu continua finché puoi! Buona serata, Benedetta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cia Benedetta. Fortunamente di capelli bianchi non ne ho, ma ho letto che è un po' un casino coprirli perchè bisogna fare più passaggi. Peccato che tu ci abbia dovuto rinunciare :(
      Buona domenica.

      Elimina
  2. Bella esperienza con l'henné e bel risultato che ottieni. È una erba veramente fantastica. Io ho un post da almeno due anni in bozza a riguardo e non ho mai avuto modo di pubblicarlo. Purtroppo anche io come Benedetta non ottenendo risultati super soddisfacenti, ho lasciato perdere.
    Buon pomeriggio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille :) felice che ti sia piaciuto. Aspetto di leggere anche la tua esperienza.

      Elimina
  3. Bellissimo post Eleonora! Sei stata super esaustiva. Io ho usato l'henne per quasi due anni di seguito, penso intorno al lontano 2010/2011, ho smesso per pigrizia e perché purtroppo con la mia base troppo scura non ottenevo il rosso che desideravo. Per intensificare il colore io il mix lo facevo con l'infuso di karkadè :) Avevo provato anche l'indigo ma l'ho trovato molto deludente. E' piuttosto macchinoso come procedimento, perché prima devi fare un passaggio col solo lawsonia, lavare asciugare e tutto, e poi farci l'indigo... e purtroppo, almeno su di me, scaricava quasi subito senza mai diventare un bel nero o almeno un bruno scuro. Ora ammetto di essere attratta di nuovo dall'idea dell'henné, ora che mi stanno crescendo i capelli e sto coltivando il riccio naturale...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille ^__^ l'argomento come sai è vasto e sono contenta di essere stata esauriente. Anche se sull'henné si potrebbe scrivere un trattato. Ho letto che fare l'indigo è una bella menata ma non utilizzandolo non mi sono mai informata più di tanto. Ma mischiarlo direttamente con l'henné è possibile? Magari risparmi tempo.
      Per quello che mi riguarda, essendo molto soddisfatta, non posso che consigliartela :D

      Elimina
  4. Io non uso henné ma mi hai incuriosita e ho trovato il post parecchio interessante.
    Ho imparato nuove nozioni e ti ringrazio perché sei stata chiara e precisa.
    Mi piace molto l'effetto sui tuoi capelli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Linda ^__^ sono contenta che ti sia piaciuto anche se non la utilizzi.

      Elimina
  5. Io facevo l'Hennè anni fa quando ero castana naturale,mi piaceva molto.Credo lo comprassi sfuso in erboristeria! Poi sono passata al chimico e non sono più potuta tornare indietro,perchè tutti mi dicevano che avrei potuto avere viraggi balordi.
    Adesso sono decisissima a tornare bionda e basta,ma se un domani li lasciassi riscurire,mi piacerebbe tornare all'Hennè!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS la foto di Baby Ele è tenerissima <3

      Elimina
    2. Diciamo che alternare tinture chimiche e hennè non è proprio una scelta consigliabile, ho letto di alcune ragazze che una volta ogni due mesi fanno una tinta chimica per schiarire e poi ci fanno sopra l'hennè ma secondo me è un po' un controsenso. Ovvio che ognuno si regola come preferisce. Ma fare tutto lo sbattimento che comporta l'hennè e poi continuare a usare tinture chimiche...il gioco non vale la candela. Tu sei l'unica donna che sta bene con ogni colore possibile ^__^ Te lo dico sempre ma io sento molto la mancanza dell'azzurro turchino <3

      Grazie mille ^__^

      Elimina
    3. Hahaha ti ringrazio,dico la verità che il blu manca molto pure a me!E' che ho visto che una volta scelto indietro non si torna,e il biondo al momento mi mancava troppo ;)

      Elimina
  6. Mai utilizzato l'henné, però ultimamente mi sono data alle tinte vegetali (a proposito, la mia dovrei rifarla in settimana perché i bianchi iniziano a notarsi di nuovo), ma posso dire di essere abbastanza d'accordo con te sul metodo d'applicazione e sui risultati sul capello. Nonostante io usi una miscela di erbette (tra cui la lawsonia) per tingerli, i capelli risultano decisamente ispessiti e lucidi. Idem per l'odore, dura per vari lavaggi. Inizialmente ero convinta di essere uscita di testa io, invece no, mi è stato confermato da padre e sorella quindi ok. Personalmente non è un odore che amo, anche perché a me crea un po' di mal di testa/nausea per quanto è forte, ma se mi permette di coprire i bianchi senza ricorrere alle tinte chimiche è un male che sopporto volentieri :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le tinture vegetali incuriosiscono anche me. Vorrei provare quelle di Khadi e quelle della linea Hennetica della Saponaria. Alla fine sono sempre mix di erbette quindi ok ^__^
      Fortunatamente di capelli bianchi non ne ho (almeno una fortuna) ma comunque ora ci sono tante valide alternative per coprirli senza ricorrere al chimico.

      Elimina
  7. Ciao ele! Non ho mai provato l'henne, e ne ho sentito pareri discordanti. O lo odiano o la amano. Anche io in passato ho provato tante tinte colorate tutte quelle che riuscivo a trovare sul rosso! Ora è tanto che non faccio tinte... un annetto fa feci lo shatush e di li non ho fatto altro. Ora dovrei perche i capelli bianchi stanno spuntando come funghi!
    Mi hai incuriosita sull'henne me ne dovrei informare di più!
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dicevo l'hennè è quasi una scelta di vita, pertanto bisogna essere molto convinti prima di utilizzarlo perchè non si torna indietro. A meno che si taglino i capelli. I lati negativi è che è lunga da preparare e macchinosa quando si devono coprire i capelli bianchi. A mio modesto parere, però l'effetto sui capelli (anche a livello proprio di cura) è impagabile. Se poi ti piace il rosso e i riflessi rossi, è favolosa.

      Elimina
  8. Io purtroppo non posso permettermi l'henné per via della quantità di bianchi, recentemente ho provato una tintura non completamente bio ma un po' più "pulita" e i risultati sono stati disastrosi, quindi niente devo rassegnarmi al chimico. Devo dire però che nonostante ciò, ho letto con piacere tutto il post e hai fatto benissimo a farlo, quando ho cercato informazioni sull'henné non ho trovato post così utili, chiari, con l'esperienza personale e senza paroloni comprensibili solo da chi è già esperto in materia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricordo che ne parlavamo. In effetti se si hanno molti bianchi è macchinoso coprirli con l'hennè quindi capisco che sia più comodo utilizzare tinture chimiche. Fortunatamente io non ne ho e me lo posso permettere.
      Sono contenta che il post ti sia piaciuto anche se non direttamente interessata all'utilizzo ^__^

      Elimina
  9. Ho preso di recente varie erbette curative, perchè vorrei fare degli impacchi contro caduta, prurito ecc. Per ora l'ho fatto solo una volta, quindi non mi posso ancora esprimere, è uno sbattimento ma se aiutasse a contrastare anche solo la caduta stagionale, ne varrebbe la pena :)
    Da un lato l'hennè mi attira per la questione dei riflessi (e per il fatto che di sicuro fa molto meglio ai capelli rispetto alle tinte, anche se "pulite"), però non so se lo proverei mai XD Troppe incognite! Non so, ho una paura atavica XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io sto facendo impacchi su impacchi, oli, massaggi e compagnia bella. Mi sto trovando molto bene con un impacco a base di miele, olio di ricino e tuorlo d'olio...sono un paio di settimane che lo faccio e mi sembra che mi stiano spuntando dei nuovi capelli :)
      L'hennè è una gran bella cura per i capelli, oltre al discorso riflessi. Magari potresti provare l'effetto su una ciocca nascosta e vedere se ti piace.

      Elimina
  10. facevo l'henné quando ero piccola ma amo talmente tanto cambiare colore di capelli che ho finito oer darmi sempre alle tinte. Ho provato a rifarlo quattro anni fa (avevo abbandonato le tinte da un annetto) ma ho avuto la geniale idea di prenderlo al supermercato... Non ti dico il risultato! Non so se era allergia al prodotto ma mi si è riempita la testa di croste... Mi prudeva la testa e mi è venuta una dermatite che è durata un mese... Che vergogna. ci sono rimasta talmente male che ho lasciato perdere e vado dal parrucchiere a far mi la tinta. Che pasticciona!! 😂😂
    Mi spiace per la storia del parrucchiere che ti ha tagliato i capelli corti...😞😞😞

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahhhhhh...che brutta esperienza :( mi spiace che ti sia venuta la dermatite. Secondo me era l'hennè che era di bassa qualità. L'allergia è comunque abbastanza rara da quello che so.
      Immagino che tu l'abbia abbandonata. In ogni caso se si vuole cambiare colore, non ci sono altre strade oltre al chimico.
      ...guarda...non parliamone... non ci sono parole per descrivere quanto odi il taglio che mi ha fatto e il dispiacere per non avere più i miei capelli. Sembro una poveretta. Non sono più io :(

      Elimina
    2. Nuu dai! Sei sempre bellissima 😍😍😍 vedrai che crescono! Prova a fare,ogni settimana, gli impacchi con olio di cocco sulle punte e olio di ricino sulla cute... Vedrai I RIsultati!!

      Elimina

La moderazione dei commenti è volta ad evitare lo spam. Ogni commento positivo o negativo che sia, verrà pubblicato purché educato. Niente link per favore ^__^